15 ottobre 2013

Personalità antisociale: trattamenti psicoterapici e farmacologici




Reviews da Cochrane sui diversi tipi di trattamento terapeutico del Disturbo Antisociale di Personalità

1 - Trattamenti psicoterapici

Il Disturbo Antisociale di Personalità è una condizione che prevede mancanza di rispetto delle regole del vivere sociale, criminalità, abuso di alcolici e di droghe. Determina per le persone interessate dal disturbo, così come per i familiari dei pazienti e per l'ambiente sociale nel quale vivono, un enorme fardello di difficoltà.
La review (vedi il testo completo) esamina in modo sistematico le evidenze dell'efficacia dei trattamenti psicologici utilizzati per aiutare le persone affette da tale disturbo.

Sono stati presi in considerazione 11 studi, ma non si è stati in grado di tracciare conclusioni certe sulla base delle ricerche disponibili. Sebbene taluni studi fossero mirati nei confronti di quei trattamenti terapeutici il cui scopo era quello di ridurre l'abuso di alcolici e droghe nei pazienti affetti dal disturbo, solo poche ricerche erano focalizzate sull'analisi dell'efficacia nei confronti del disturbo vero e proprio, nella sua totalità.

Solo tre studi riportavano valutazioni in merito all'efficacia che erano state originariamente definite nel protocollo originale come di particolare significato in questo disturbo, ovvero relativamente ad aggressività, ripetitività degli atti criminosi, funzionamento sociale.

Nonostante questi limiti, esistono prove che un certo tipo di trattamento psicologico, noto come "gestione delle emergenze" può aiutare  le persone affette dal disturbo antisociale a ridurre il consumo di alcolici e droghe.

Ulteriori ricerche sono assolutamente necessarie per chiarire quale tipo di trattamento psicologico sia eventualmente efficace nella cura di tali pazienti.
Tali ricerche dovranno essere condotte utilizzando trials clinici attentamente pianificati. Tali trials dovranno prendere in considerazione le caratteristiche - chiave del Disturbo Antisociale di Personalità. Per essere utili, dovranno anche prevedere un campione di partecipanti sufficientemente ampio.

2 - Trattamenti farmacologici

Il Disturbo Antisociale di Personalità è una condizione caratterizzata da persistente rottura delle regole sociali, falsità, comportamenti aggressivi, irresponsabilità, mancanza di rimorsi e fallimento delle pianificazioni.

Le persone affette da tale disturbo spesso presentano una varietà di altre problematiche, incluso abuso di alcolici e sostanze stupefacenti, ansietà, depressione, disoccupazione, difficoltà gravi nelle relazioni interpersonali.

Tale condizione causa un grave disfunzionamento individuale, che interessa anche l'ambiente familiare e sociale di soggetti affetti da tale patologia. Inoltre, tale condizione comporta un enorme peso finanziario per la società in termini di spesa per il trattamento della patologia e per le conseguenze che questa comporta.

La review (vedi il testo completo dell'abstract) intende valutare l'efficacia dei trattamenti farmacologici utilizzati nel tentativo di curare tale patologia.

Sono stati presi in considerazione otto studi, ma nessuno di questi ha reclutato i partecipanti esclusivamente sulla base del riscontro dell'esistenza del disturbo antisociale. Mentre la maggior parte di tali studi ha cercato di considerare i trattamenti farmacologici mirati alla riduzione del consumo di alcol e droghe, nessuno studio era focalizzato sull'analisi dell'efficacia nei confronti del Disturbo di Personalità vero e proprio.

Gli studi differivano a proposito della scelta dei risultati da valutare. Mentre taluni studi concludevano relativamente ai risultati originariamente definiti nei protocolli di ricerca come particolarmente significativi (quali ad esempio aggressività, funzionamento sociale, effetti collaterali dei farmaci utilizzati), nessuno studio considerava il reiterarsi di atti criminosi.

In sintesi, non si è in grado di tracciare alcuna conclusione certa dalla letteratura scientifica disponibile.

Ciò nonostante, esistono prove che la nortriptilina (farmaco utilizzato per la terapia dei disturbi depressivi) può essere di aiuto nel trattamento di tali pazienti a proposito dell'abuso di alcolici. Esistono anche riscontri dell'utilità della fenitoina (farmaco antiepilettico) nel ridurre l'intensità di atti impulsivi ed aggressivi nei pazienti affetti dal disturbo antisociale.

Ulteriori ricerche sono necessarie per chiarire quali farmaci possano eventualmente rivelarsi utili nel trattamento della condizione di base del disturbo. Tali ricerche dovranno essere accurate e dovranno prevedere il coinvolgimento di un numero adeguato di pazienti sulla base del riscontro diagnostico di Disturbo Antisociale di Personalità e considerare obiettivo della ricerca la valutazione dell'efficacia in merito agli aspetti più significativi del disturbo. Dovranno anche attentamente valutare l'efficacia dei nuovi farmaci di uso psichiatrico che hanno recentemente sostituito l'utilizzo di farmaci maggiormente datati, quali appunto nortriptilina e fenitoina.

fonte: cochrane

nel sito: Disturbo Antisociale di Personalità
Disturbi di Personalità

Nessun commento: