4 settembre 2013

Emicrania e lesioni cerebrali



I pazienti sofferenti di emicrania mostrano differenze strutturale encefaliche.

Esistono differenze strutturali in parti dell'encefalo tra le persone che soffrono di emicrania e coloro invece che non presentano tale patologia, secondo una "rewiev" di ricercatori danesi.

L'analisi di 20 diversi studi, nella rivista "Neurology", ha dimostrato l'esistenza di diversità nella materia bianca cerebrale e la possibilità di riscontrare lesioni minime.

Tuttavia le ragioni di tali differenze ed il loro significato non sono chiare.

Gli esperti sostengono che ulteriori ricerche sono necessarie per spiegare tali riscontri.

Il Dr. Messoud Ashina, dell'Università di Copenhagen, ha detto: "Come neurologo, visito molti pazienti con emicrania che chiedono: l'emicrania può danneggiare il mio cervello?"
Egli ha riesaminato studi che avevano usato scansioni cerebrali per studiare l'encefalo di pazienti sofferenti di emicrania. Questi studi hanno evidenziato "anormalità della sostanza bianca" e lesioni di tipo micro infartuale che erano più frequenti nei pazienti sofferenti di emicrania - in particolare quelli che sperimentano sintomi di "aura" - rispetto alle persone che non soffrono di emicrania.

Il Dr. Messoud Ashina ha detto: "L'emicrania è associata a cambiamenti strutturali, ma non sappiamo come questo accada e perchè."

Il Dr. Mark Weatherall, neurologo del Charing Cross Hospital di Londra ha sostenuto: "E' veramente interessante ed utile essere giunti a tali conclusioni, e questo ripropone la domanda: che cosa stiamo vedendo? Cosa significano tali differenze, sono reali e rilevanti e stanno ad indicare l'esistenza di un progressivo cambiamento nella struttura dell'encefalo?"

Il Dr. Fayaz Hamed, presidente dell'Associazione Britannica per lo Studio delle Cefalee, ha detto; "E' noto da tempo che coloro che soffrono di emicrania, in particolare i pazienti che presentano fenomeni di aura, presentano lesioni asintomatiche "high-signal-intensity" nelle scansioni MRI rispetto alla popolazione generale. Tuttavia, la significatività di tali riscontri resta incerta.
Sarebbe prematuro dire che un encefalo "emicranico" è ad alto rischio di futuri strutturali o funzionali problemi, fin quando non siano effettuati ulteriori studi longitudinali a lungo termine."

Articolo originale © BBC News - Health

Nessun commento: