18 settembre 2013

Binge Drinking in gravidanza




Lo "studio Bradford" ha riscontrato che nel "Binge Drinking" aumenta il rischio di partorire un bambino sottopeso. (Binge drinking è locuzione nominale inglese [propriamente ‘bevuta’ (drinking) ‘della gozzoviglia’ (binge)], usata in italiano per indicare una patologica modalità di assumere alcol.)

Le donne che soffrono del c.d. "Binge Drinking Disorder" nel secondo trimestre di gravidanza hanno una maggiore probabilità (69%) di partorire un neonato sottopeso.

Sono state studiate le abitudini del bere di 11.000 madri in Bradford tra il 2007 ed il 2011, come parte del Bradford Birth Project.

Si è riscontrato che più del 40% delle donne beve alcool durante la gravidanza.

Ma bere poco o moderatamente non aumenta il rischio di partorire bambini sottopeso.

I ricercatori hanno definito il "Binge Drinking" come relativo alla assunzione di almeno cinque dosi di alcolico in un breve lasso di tempo, il che corrisponde ad una mezza bottiglia di vino o due pinte di birra.

Le autorità sanitarie, in merito a tale questione, raccomandano alle donne in stato di gravidanza di evitare il consumo di alcolici oppure, se li assumono ugualmente, di limitarsi ad un massimo di una o due occasioni nell'arco di una settimana.

Il responsabile dello studio, Dr. Duncan Cooper, ha detto:" I bambini sottopeso hanno un maggior rischio di diverse complicazioni neonatali, incluso problemi respiratori, infezioni respiratorie, ipotermia ed alterazioni dello sviluppo del sistema nervoso. I nostri riscontri confermano la validità delle raccomandazioni sanitarie, relativamente al fatto che se non ci sono rischi correlati alla assunzione di modiche quantità di alcolici durante la gravidanza,  le donne non devono comunque avere abitudini alcoliche poichè questo comporta rischi significativi e  probabilità di conseguenze per i bambini già prima della nascita."

Lo studio non ha riscontrato l'esistenza di relazioni tra il Binge Drinking e nascita prematura.

Il Prof. John Wright, responsabile dell'intero studio di Bradford, ha detto:" Il consumo di alcol durante la gravidanza è una questione controversa, ma la nostra ricerca dimostra l'esistenza di una relazione tra il Binge Drinking Disorder e la nascita di bambini sottopeso. Esistono diversi servizi locali in Bradford e nel paese (UK) che possono aiutare le donne a ridurre il consumo di alcolici o a smettere di bere, oppure di affrontare la dipendenza da alcool, ma la cosa migliore per queste donne è anzitutto parlare con il proprio medico o con l'ostetrica che segue la gravidanza."

Il "Bradford Birth Project" è nato in Bradford nel 2007 con l'obiettivo di considerare ogni aspetto dello sviluppo dei bambini e con l'intento di cercare di comprendere come fattori quali l'ambiente, l'educazione, la dieta, condizione etnica e genetica possano reciprocamente interagire ed interessare lo stato di salute.

fonte: BBC Health 13 settembre 2013

Nessun commento: