29 marzo 2013

Correttezza nella ricerca scientifica

Dal 2 al 14% degli scienziati fabbrica a tavolino o ritocca i dati delle ricerche scientifiche



Esiste una prassi di ricerca scientifica condotta male, con pratiche discutibili e poco rigorose. Un problema diventato ormai di proporzioni globali, conseguenza dell'enorme diffusione e dello sviluppo di studi e lavori scientifici in tutto il mondo.

"Verifiche condotte in Paesi ad alto reddito ci suggeriscono che dal 2 al 14% degli scienziati può aver fabbricato o falsificato i dati delle ricerche. E che il 33-75% potrebbe essere colpevole di 'discutibili pratiche di ricerca'".

A rivelarlo è lo studio condotto da Joseph Ana del Cross River University of Technology di Calabar (Nigeria) pubblicato sulla rivista 'Plos Medicine'. Ma non è il solo lavoro di verifica degli studi scientifici, pubblicato sulla rivista, ad occuparsi della trasparenza.

Anche un altro monitoraggio sulla qualità delle ricerche effettuato da David Resnik e Zubin Master, rispettivamente dell'Us National Institutes of Health e dell'Albany Medical College, è giunto allo stessa conclusione.

In questa seconda ricerca i due scienziati hanno rivisto le maggiori incogruenze e pratiche di studio discutibili, commesse in molti paesi leader al livello mondiale, con delle istantanee su Usa, Canada, Gran Bretagna e Danimarca.

"Nelle nazioni ad alto reddito - avvertono i due ricercatori - si sono messe a punto politiche di controllo e verifiche a livello nazionale per segnalare le condotte scorrette nell'ambito della ricerca scientifica, grazie anche alla creazione di regolamenti etici, di linee guida professionali, la supervisione da parte di organismi nazionali e istituti di ricerca. Ma occorre fare di più - suggeriscono - dal momento che questo è un problema globale. Un esempio positivo è la Dichiarazione di Singapore sull'integrità della ricerca, un passo importante - concludono - verso la cooperazione internazionale in materia di trasparenza della ricerca".

Roma, 28 mar. fonte: (Adnkronos Salute)

Nessun commento: