4 ottobre 2012

Paroxetina e disturbi cardiaci



UN ANTIDEPRESSIVO POTREBBE PREVENIRE GLI ATTACCHI CARDIACI

Un farmaco impiegato attualmente solo per trattare ansia e depressione potrebbe essere usato per prevenire problemi cardiaci. Secondo la ricerca della University of Michigan pubblicata su Chemical Biology, la proteina, una sostanza tecnicamente considerata un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina (Ssri), agisce inibendo un recettore chiamato kinase 2 (Grk2), altra proteina espressa abbondantemente nelle persone che hanno un attacco cardiaco. La paroxetina e' presente sul mercato con il nome di Paxil, Sereupin, Seroxat, Eutimil, Daparox. Si tratta della prima ricerca che testimonia un legame diretto fra uno specifico Ssri e una proteina legata alla contrattilita' del miocardio. Andando alla ricerca di quale sostanza potesse inibire la Grk2, gli scienziati hanno esaminato oltre 2 mila composti. La Grk2 risulta enormemente espressa in sede di regolare battito cardiaco e incide sulla la forza delle contrazioni muscolari: la paroxetina ha mostrato di migliorare la forza delle contrazioni del cuore, in un modello animale, senza interferire con il battuto. Il Paxil e' un farmaco regolarmente approvato dalla Fda usato da circa 30 anni come antidepressivo.

link

Nessun commento: