19 ottobre 2011

Uso e abuso della diagnosi in psichiatria

 
S'inaugura venerdì, a Modena, la Settimana della salute mentale, tra gli ospiti d'onore Allen Frances, professore emerito alla Duke University negli Stati Uniti, uno degli psichiatri più importanti del mondo.
La sua fama è legata alla direzione della quarta edizione del Diagnostic and statistical manual of mental disorders, la classificazione dei disturbi mentali usata dai medici di tutto il pianeta.
Nel 2013, a quasi dieci anni di distanza, è prevista la pubblicazione di una nuova versione.

Allen Frances, il custode del lavoro precedente, ha iniziato una grande battaglia culturale che lunedì, su invito del direttore del dipartimento di Salute mentale dell'Ausl locale Fabrizio Starace, porta anche a Modena con una lezione magistrale dal titolo Uso e abuso della diagnosi psichiatrica.

«Assisto a un'inflazione diagnostica, che fa aumentare il numero dei disturbi da manuale, particolarmente per i bambini - denuncia Frances - La medicalizzazione della normalità e delle differenze individuali ha portato all'uso eccessivo di trattamenti psicofarmacologici e all'ulteriore discriminazione del paziente psichiatrico. Anche perché i medici sono sempre meno abituati alla diagnosi clinica, quella che oltre ai manuali guarda al rapporto individuale col paziente.

Tra le ultime mode dei disturbi ci sono il deficit d'attenzione, il bipolarismo infantile, l'autismo.

Le cure più abusate per queste sindromi sono antipsicotici atipici dai possibili effetti collaterali».

leggi anche, nel sito: la diagnosi psicodinamica

fonte: edott

Nessun commento: