12 febbraio 2010

Galimberti su Basaglia e l'utopia dei matti



"... COME faccio a sapere che malattia ha una persona legata in un letto di contenzione da 15 anni? Come faccio a sapere di che cosa soffre un individuo a cui sono stati tolti, oltre ai suoi abiti, tutti gli oggetti personali, in cui poter rintracciare una pallida memoria di sé?
E che dire di quanti, in occasione di una crisi, venivano immersi in un bagno d´acqua gelata, o sottoposti a elettroshock? Erano queste alcune domande che Franco Basaglia si era posto quando, escluso dalla carriera universitaria per le sue idee non proprio in linea con la psichiatria vigente, giunse a Gorizia a dirigere il manicomio di quella città... " continua a leggere

Nel link che segue un brano da una intervista di Maurizio Costanzo a Franco Basaglia.

http://www.youtube.com/watch?v=j_7yv5rTiQo

Nessun commento: