29 ottobre 2009

Battaglia sul testamento biologico

leggi anche nel sito:
DDL testamento biologico
i medici a proposito del testamento biologico
a proposito di idratazione e nutrizione
appello sul testamento biologico

La notizia è riportata da tutti i principali quotidiani nazionali. Si riapre la battaglia politica sul testamento biologico. Ieri la commissione Affari sociali ha votato sul discusso Ddl Calabrò approvato dal Senato. Lo scontro politico è molto aspro: Idv e Pd annunciano una durissima battaglia in Aula, mentre parti della maggioranza e la Chiesa insistono per mantenere inalterato il testo licenziato dal Senato.

«Si riparte - scrive La Stampa - dal biotestamento approvato al Senato, cioè la legge difesa dalla Cei e bollata da Fini come "norma da Stato etico". Ieri in commissione Affari sociali hanno votato a favore della proposta del relatore Di Virgilio (Pdl) 24 esponenti della maggioranza con l'Udc. Contrari 18 deputati, inclusa, a sorpresa, la teodem Paola Binetti. L'opposizione, dopo le aperture di Fini, puntava ad una riscrittura del testo licenziato da Palazzo Madama e ora insorge («vogliono lo scontro») mentre l'Idv minaccia l'ostruzionismo.»

«Il relatore - continua il pezzo - si dice pronto a prendere in considerazioni modifiche nel corso dell'iter del provvedimento alla Camera. "Siamo nel bicameralismo, non si può ignorare il lavoro di un ramo del Parlamento, che ha registrato ben settanta votazioni in un iter del provvedimento che è durato mesi - precisa -. Sono disponibile a migliorare il testo e a fare tutto il possibile per renderlo più vicino ai bisogni della gente"».

«La Commissione - conclude il quotidiano torinese - dovrebbe stabilire il 12 novembre come data ultima per la presentazione degli emendamenti. Restano comunque aperte le questioni più spinose, come il valore non vincolante delle Dat (dichiarazioni anticipate di trattamento) e la gestione del rapporto medico-paziente».

Nessun commento: