3 luglio 2009

Medici ed immigrazione clandestina


"Ci è stato detto che per i medici non scatterà l'obbligo di segnalazione per gli immigrati clandestini. Noi su questo punto abbiamo qualche perplessità. Quello che è certo è che se un medico dovesse incorrere in sanzioni penali per mancata segnalazione, saremo pronti ad affiancarlo in tutto e per tutto. Fino ad arrivare all'autodenuncia".

Così il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo), Amedeo Bianco, commenta il via libera definitivo del Senato al Ddl sicurezza che introduce il reato di clandestinità.
"Di fronte alla nostra preoccupazione - spiega Bianco all'ADNKRONOS SALUTE - ci è stato assicurato che non esistono i presupposti giuridici affinché scatti l'obbligo di denuncia. Questo perché, ci hanno spiegato, la configurazione del reato prevede una sanzione amministrativa. Ma i dubbi restano".

Per districare la matassa, secondo il numero uno della Fnomceo c'è bisogno di una norma ad hoc. "Una norma - conclude Bianco - che introduca senza equivoci una precisa e specifica esenzione per i medici, e tutti gli operatori sanitari del Ssn, dall'obbligo di denuncia degli immigrati irregolari che chiedono assistenza sanitaria".
fonte: Roma, 2 luglio 2009, (Adnkronos Salute)

Nessun commento: