30 luglio 2009

Il crimine sessuale tra disfunzioni e perversioni

“Il crimine sessuale tra disfunzioni e perversioni” (FrancoAngeli, 2008) è il risultato di una lunga esperienza clinica e professionale, dedicata allo studio del comportamento sessuale umano in tutte le sue manifestazioni, anche quelle più scottanti.

Questo volume, che ha un suo particolare valore sia per le definizioni ed i modelli esplicativi, tratti da un attento esame della letteratura scientifica esistente, sia per il numero, la varietà e la scelta accurata delle schede cliniche (oltre 70 casi tratti dal nostro archivio), rappresenta la “prima parte” di un lavoro che viene rivolto alle varie figure professionali che si occupano di disordini sessuali e comportamentali (disfunzioni, perversioni, disturbi di personalità e crimini sessuali). Comunque, per la sua chiarezza e semplicità, può essere letto con altrettanto interesse anche da coloro i quali, pur non possedendo una specifica competenza in materia, nutrono curiosità verso tali argomenti.

Partendo da un discorso generale sulla sessualità e sulle sue disfunzioni, il lavoro affronta nel suo svolgersi gli aspetti più inquietanti del comportamento sessuale umano fornendo chiari ed utili esempi di profili psico-comportamentali emersi dai colloqui clinici e dalla somministrazione di test psicodiagnostici.

L’ampia casistica, che spazia dalle disfunzioni sessuali alle parafilie, dai disturbi di personalità ai crimini sessuali, i nuovi quadri clinici di riferimento nell’ambito delle parafilie (“Nuove categorie diagnostiche”) e la scelta accurata di numerosi casi di “serial killer” (es., Brudos Jerome Henry, Westley Allan Dodd, Hamilton Fish, Theodore Robert Bundy), tratti dai lavori di diversi ed autorevoli studiosi, rendono del tutto originale il lavoro senza nulla togliere al contenuto rigorosamente scientifico.

Il volume si apre con un caso clinico (“Fantasie perverse multiple”) di un cinquantenne il cui profilo era quello tipico di una personalità evitante, con marcati tratti ossessivo-compulsivi, complicato dalla presenza di una forte rabbia nei confronti delle donne che si traduceva in fantasie perverse quali la gerontofilia, l’adipofilia e l’apotemnofilia.

Il lavoro si conclude con un ulteriore caso clinico di una ragazza ventenne in cui si può chiaramente osservare come la personalità rappresenti il risultato di una moltitudine di fattori (costituzionali, ambientali, esperenziali e psicologici).

Bruno C. Gargiullo e Rosaria Damiani
Il crimine sessuale tra disfunzioni e perversioni. Con schede cliniche di oltre 70 casi
Franco Angeli, 2008
Prezzo: € 26,00
Codice ISBN 13: 9788846495266

Nessun commento: