12 febbraio 2009

Una metanalisi sui farmaci antidepressivi

Un confronto di studi (metanalisi) che riguarda 12 antidepressivi serotoninergici (SSRI), cosiddetti di "nuova generazione", ha mostrato che la sertralina cloridrato (Zoloft, Tatig - introdotta nel 1991) e l'escitalopram (Cipralex, Entact - anch'esso del 1991) avrebbero chiari vantaggi in termini di efficacia e di gradimento rispetto agli altri farmaci. 


La reboxetina (Davedax, Edronax), invece, avrebbe mostrato una significativa minore efficacia rispetto a tutti gli altri 11 antidepressivi. È la conclusione a cui è arrivata lo ricerca pubblicata sul Lancet online a firma di Andrea Cipriani e colleghi (Università di Verona). 

Lo studio ha analizzato 117 sperimentazioni randomizzate e controlllate, apparse tra il 1991 e il 2007, su oltre 25 mila pazienti con diagnosi di depressione maggiore. 

I farmaci, oltre ai tre citati, sono: bupropione, citalopram, duloxetina, fluoxetina, fluvoxamina, milnacipran, mirtazapina, paroxetina, venlafaxina. 

Così gli autori: "Escitalopram e sertralina dovrebbero essere la miglior scelta a inizio trattamento per la depressione maggiore moderata o severa. La sertralina ha anche il vantaggio di avere minor prezzo in molti paesi rispetto all'altro farmaco". 

link nel sito:

Nessun commento: