22 ottobre 2008

Teorie psicodinamiche sul panico

Le teorie psicodinamiche considera­no gli attacchi di panico come la conseguenza dell'insucces­so di una difesa nei confronti di impulsi che provocano ansia. Quella che inizialmente era una modesta ansia di segnalazione diviene una sensazione opprimente di appren­sione, associata a sintomi somatici.


Molti pazienti descrivono gli attacchi di panico come se comparissero dal nulla, quasi che fattori psicologici non fos­sero coinvolti, ma l'esplorazione psicodinamica spesso rive­la un evidente movente psicologico: l'esordio del panico è infatti di solito correlato a fattori ambientali o psicologici.

Le ricerche indicano che la causa degli attacchi di panico coinvolge probabilmente il significato inconscio degli even­ti stressanti e che la loro patogenesi può essere correlata a fattori neuropsicologici scatenati dalle reazioni psicologi­che.

Gli psichiatri psicodinamici dovrebbero sempre effet­tuare una ricerca completa dei possibili fattori scatenanti ogni volta che eseguono una valutazione diagnostica su un paziente con attacchi di panico.

Nessun commento: