23 ottobre 2008

La diagnosi di Disturbo di Panico (con o senza agorafobia)

Perchè si possa porre diagnosi di "Disturbo di Panico (con o senza agorafobia)" occorrono le seguenti condizioni:


A. Devono essere presenti:

1) - attacchi di panico inaspettati e ricorrenti

ed è necessario che

2) - almeno uno degli attacchi sia stato seguito da un mese (o più) di uno (o più) dei seguenti sintomi:

(a) preoccupazione persistente di avere altri attacchi
(b) preoccupazione a proposito delle implicazioni dell'attacco o delle sue conseguenze (ad esempio, il timore di perdere il controllo, di avere un attacco cardiaco, di "impazzire")
(c) deve inoltre essere presente una significativa alterazione del comportamento correlata agli attacchi

B. Presenza o Assenza di agorafobia. (ovviamente nel primo caso la diagnosi è quella di 'panico con agorafobia', nel secondo 'panico senza agorafobia').

C. Gli attacchi di panico non devono essere stati determinati dagli effetti di una sostanza (ad esempio, una sostanza oggetto di abuso, un farmaco) o di una malattia di tipo medico (ad esempio, ipertiroidismo).

D. Gli attacchi di panico non si sono presentati nel contesto di un altro disturbo mentale, come la fobia sociale (ad esempio, si manifestano in seguito all'esposizione a situazioni sociali temute), la fobia specifica (ad esempio, in segito all'esposizione a una specifica situazione fobica), il disturbo ossessivo-compulsivo (ad esempio, in seguito all'esposizione allo sporco di un soggetto con ossessioni di contaminazione), il disturbo posttraumatico da stress (ad esempio, in risposta a stimoli associati con un grave evento stressante) o il disturbo d'ansia di separazione (ad esempio, in risposta all'essere fuori casa o lontano da parenti stretti).

Nessun commento: