2 agosto 2008

La 'malattia bipolare'

I link alle pagine del blog in merito all'argomento: disturbi bipolari (seguire i link per visualizzare le specifiche pagine).

I due principali disturbi dell'umore sono il disturbo depressivo maggiore (la depressione grave) e il disturbo bipolare I. (Classificazione dei disturbi dell'umore)

Il termine 'depressione bipolare', per quanto di uso comune, è in realtà improprio. La dizione riporta al fatto che i due fondamentali quadri sintomatologici dei disturbi dell'umore sono quelli di depressione e di mania.

Il disturbo bipolare è un quadro clinico caratterizzato dall'alternarsi di episodi depressivi e di episodi maniacali.

Per la cura del disturbo bipolare talora si rende necessario un trattamento combinato di cura, psicoterapico e psicofarmacologico.

Ipomania e mania sono stati riscontrati in pazienti trattati con antidepressivi, che sono ritenuti in grado di indurre episodi maniacali (ipomania farmaco-indotta).

Si definisce 'Mania' quella condizione psicologica caratterizzata da grande euforia, disinibizione, illimitata fiducia in se stessi, fuga dispersiva di iniziative e idee che prorompono al di fuori di ogni contesto biografico a cui il soggetto si rapporta in modo assolutamente acritico. Una condizione di mania meno accentuata e socialmente più accettabile prende il nome di ipomania.

Gran parte dei trattamenti terapeutici della 'malattia bipolare' riguarda la prevenzione di ricadute attraverso la messa a fuoco dei problemi legati alla non-compliance (ovvero la mancata aderenza al trattamento farmacologico) ed alla mancanza di consapevolezza rispetto alla malattia. Diverse tematiche di grande importanza psicodinamica spesso presenti nei pazienti bipolari devono essere affrontate.

Il litio (Carbolithium) è il farmaco più comunemente usato per il trattamento a breve termine e la profilassi del disturbo bipolare I. (terapia con litio)

a chi rivolgersi: centri di psicoterapia dinamica in Toscana

Nessun commento: