3 luglio 2008

Studi critici sull'amore di transfert

Oggi che la posizione della psicoanalisi si è consolidata e sono co­sì diffuse le conoscenze (nonché il folclore) che la riguardano, molti pensano che i pazienti siano "tenuti" a innamorarsi del loro analista (in tema, leggi anche il saggio 'La ragione degli affetti').


Tuttavia, benché sia abbastanza comune che i pazienti si innamorino del medico, le ragioni per cui ciò accade non sono di ovvia intuizione.

Freud fu il primo a descrive l'amore di transfert, a formulare teo­rie sui suoi precursori nel corso del nostro sviluppo e sul suo significa­to nel processo psicoanalitico e a collegare l'amore di transfert al­l'amore nella vita reale.

Ma una piena comprensione del transfert ero­tico non scaturì perfettamente formata neppure in Freud.

La prima storia di amore di transfert che si presentò alla sua attenzione riguar­dava la terapia del suo mentore e collaboratore Josef Breuer con il caso clinico di Anna O. e gli fu raccontato da lui...

Terzo volume della collana di testi curati dall'International Psychoanalytical Association, che presenta uno degli scritti classici di Freud e alcuni saggi critici dei più importanti autori contemporanei. Gli studi su L'amore di transfert sono di: Friedrich Wilhelm Eickhoff, Robert Wallerstein, Roy Schafer, Max Hernandez, Betty Joseph, Merton Max Gill, Fidias Cesio, Jorge Canestri, Takeo Doi e Daniel Stern.

Studi critici su l'amore di transfert
di Spector Person Ethel - Hagelin Aiban - Fonagy Peter

Editore: Cortina Raffaello
Genere: psicologia
Argomento: transfert, psicoanalisi
Collana: Freud Focus
Traduttore: Traldi M. - Menegazzi S.
Pagine: XXII-178
ISBN: 8870782778
Data pubblicazione: 1994

Nessun commento: