2 giugno 2008

Il Diavolo in corpo



Deliri, allucinazioni, visioni: per molti psichiatri sono sintomi inequivocabili di malattia mentale. Ma non per tutti: il dibattito su fenomeni che alcuni interpretano come patologia e altri come possessione diabolica è tutt'altro che esaurito.

Poche le certezze sull'argomento, ma tra queste c'è senz'altro un'attenzione crescente per il problema, la richiesta continua di esorcisti, la proposta sempre più frequente di corsi di formazione in cui gli psichiatri insegnano ad aspiranti esorcisti o ad altri religiosi a interpretare fenomeni proposti come possessione e che invece nella maggior parte dei casi sembrano rientrare nell'ambito della patologia.

«Quello della possessione diabolica ... sembra un fenomeno diffusissimo, e invece i casi veri sono pochi», osserva lo psichiatra Vincenzo Mastronardi, che all'Università «La Sapienza» di Roma dirige un corso di alta formazione in possessione diabolica e demonologia.

Il diavolo dei nostri giorni è ancora oggetto di studi universitari. In Italia e non solo, dato che il fenomeno della possessione diabolica sembra non avere confini di cultura o di religione: «la figura ... del diavolo fa comunque parte del nostro immaginario, tanto che in ogni cultura le allucinazioni dei pazienti psichiatrici sono in qualche modo collegate a immagini divine o demoniache», prosegue Mastronardi.

Sostiene invece padre Gabriele Nanni, sacerdote che ha esercitato l'esorcismo e anche insegnato a corsi per esorcisti presso l'Ateneo Pontificio «Regina Apostolorum» e in altre sedi: «L'esorcismo è un rito pubblico per sconfiggere la possessione: non un atto momentaneo, ma un percorso che può richiedere mesi o anche anni: un confronto con un interlocutore che reagisce e a cui bisogna contrapporre una risposta adeguata». Un interlocutore, ossia il demonio: se apparentemente il percorso per liberarsi dalla possessione - «che può avere fasi alterne e durare mesi o anche anni» - ci appare come la versione ecclesiastica di una psicoterapia - «e in effetti c'è chi fa il giro degli esorcisti come altri degli psicoterapeuti» - il cuore del processo è profondamente radicato nell'essenza stessa della religione, e richiede un atto di fede.

fonte: Espresso-Repubblica - Le Scienze

Prof. Vincenzo Mastronardi Titolare dell'insegnamento di Psicopatologia Forense Dipartimento di Scienze Psichiatriche e Medicina Psicologica Osservatorio dei Comportamenti e della Devianza I° facoltà di Medicina Università di Roma La Sapienza

(“Diavolo in corpo” è il titolo di un film di Marco Bellocchio)

Nessun commento: