28 maggio 2008

Diagnosi dei sintomi di evitamento

Tale comportamento è un sintomo quando è basato su paure irrealistiche o quando comporta di­sagio o compromissione significativi. Si tratta di un sintomo quasi ubi­quitario e aspecifico, che rappresenta la manifestazione associata di molti di­sturbi. La valutazione di questo sintomo richiede la determinazione delle specifiche circostanze che innescano l'evitamento.


Alcune note inerenti i criteri di diagnosi differenziale dei disturbi di evitamento.

Il primo passo è determi­nare se il soggetto ha avuto attacchi di panico o sintomi tipo panico e se gli attacchi o i sintomi di panico sono la causa dell'evitamento: in questo caso la diagnosi è Disturbo di Panico Con Agorafobia (per gli attacchi di panico) o Agorafobia Senza Anamnesi di Disturbo di Panico (per i sintomi a tipo di panico).
I soggetti associano il rischio di avere un attacco di panico con par­ticolari luoghi o situazioni che poi diventano stimoli condizionati con un'alta probabilità di innescare ulteriori attacchi. Essi allora evitano queste situazioni "di innesco" nello sforzo di ridurre la possibilità di avere attacchi di panico o sintomi tipo panico.

L'evitamento nella Fobia Sociale è correlato alla paura dell'imbarazzo sociale. Questo evitamento avviene in due forme (sebbene alcuni soggetti si situino in una posizione intermedia tra le due). L'ansia di prestazione della Fobia Sociale riguarda l'evitamento di attività in pubblico (per es., parlare, mangiare) che possono essere svolte con facilità in privato e a casa propria. La forma generalizzata include virtual­mente ogni situazione che comporti interazione sociale, e in molti casi può risultare virtualmente identica al Disturbo Evitante di Personalità.

Le Fobie Specifiche (fobie semplici) probabilmente comportano qualche interazione tra paure e timori personali e l'insorgenza di esperienze nega­tive che li rinforzano. Alcuni soggetti con Disturbo Os­sessivo-Compulsivo apprendono che l'evitamento di certe situazioni scate­nanti previene l'inizio di ossessioni (per es., evitare di stringere la mano ri­duce le ossessioni di contaminazione).

Nel Disturbo Post-traumatico da Stress e nel Disturbo Acuto da Stress, il soggetto evita la situazioni che gli ri­cordano in qualche modo il fattore stressante (per es., somiglianze, rumori forti, tremori).

Molti altri disturbi psichiatrici possono avere come manifestazione associata l'evitamento (per es., un paziente delirante può evitare di uscire a causa dei suoi deliri o dei suoi timori immotivati).

ultima modifica agosto 2008

Nessun commento: