26 maggio 2008

Disturbi mentali da stress

I fattori psicosociali di stress sono importanti nella patogenesi di tutti i di­sturbi mentali, ma il loro ruolo eziologico specifico risulta determinante solo in alcuni di essi.


Vi sono due disturbi che possono essere dia­gnosticati solo quando il soggetto è rimasto esposto ad un fattore estremo di stress. Il Disturbo Post-traumatico da Stress è caratterizzato dal fatto di rivi­vere ripetutamente la situazione stressante, dall'evitamento degli stimoli che richiamano l'evento, e da un quadro di aumentata attivazione nervosa (arousal). II Disturbo Acuto da Stress riguarda quelle reazioni simili che du­rano meno di 1 mese e che si manifestano subito dopo l'esposizione a qual­che fattore di stress.
(Se la reazione ad uno stress estremo è di proporzioni psicotiche, viene fatta invece diagnosi di Disturbo Psicotico Breve con Rile­vanti Fattori di Stress.)

Molti clinici hanno dei dubbi circa la relazione tra i Disturbi dell'Adat­tamento e le altre condizioni che così spesso risultano precipitate dalla presenza di qualche fattore psicosociale di stress.

I Disturbi dell'Adattamento vengono diagnosticati nei casi in cui la risposta maladattiva al fat­tore di stress causa disagio o menomazione clinicamente significativi, ma non incontra i criteri per nessun altro disturbo specifico del DSM. Al contrario, quando risultano soddisfatti i criteri per un disturbo DSM specifico, quel disturbo viene senz'altro diagnosticato, a prescindere dalla presenza o as­senza di qualche fattore di stress associato; tale regola è stata più volte oggetto di critica.

Per esempio, se si manifesta una reazione depressiva in risposta alla perdita del lavoro o alla notizia di una grave malattia, la diagnosi sarà Disturbo Depressivo Maggiore tutte le volte che il quadro soddisferà pienamente i criteri per l'Episodio Depres­sivo Maggiore. Una reazione depressiva meno grave, ma ciononostante cll­nicamente significativa, potrebbe invece essere diagnosticata come Disturbo dell'Adattamento con Umore Depresso.

Il lutto rappresenta la reazione a un tipo specifico di fattore psicosociale di stress (cioè la perdita di una persona amata), ma non viene considernto un disturbo mentale perché le reazioni di questo tipo sono da considernre normali, anche se clinicamente significative. Quando la sofferenza appare più grave o più prolungata rispetto alle caratteristiche del lutto, allora può risultare più appropriata una diagnosi di Disturbo Depressivo Maggiore (oppure di Disturbo dell'Adattamento).

Nota importante:

Le informazioni riportate in questo sito e le note cliniche riferite non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza l'esplicito parere del proprio medico di fiducia. Il presente sito non svolge infatti funzioni che possano essere considerate come sostitutive di qualsivoglia attività diagnostica nè terapeutica.

Nessun commento: