29 maggio 2008

La diagnosi differenziale dei disturbi d'ansia

Per poter correttamente fare diagnosi di disturbo d'ansia è necessario anzitutto escludere una condizione medica generale o l'uso di sostanze come causa dell'ansia; quando questa si manifesta in episodi distinti con inizio improv­viso ed è accompagnata da diversi sintomi somatici (per es., palpitazioni, re­spiro corto, vertigini) e cognitivi (paura di impazzire o di avere un at­tacco di cuore), viene diagnosticata come "attacco di panico".


I rimanenti passi per la diagnosi differenziale sono de­terminati dal contenuto dell'ansia. È importante nella valutazione determi­nare di che cosa il soggetto ha paura, quali situazioni sono evitate, e se l'ansia è una reazione ad un fattore stressante.

Nel Disturbo di Panico, Con o Senza Agorafobia, l'ansia è correlata alla paura di avere altri attacchi di pa­nico e alle possibili conseguenze di questi attacchi.

L'Agorafobia Senza Anamnesi di Disturbo di Panico è simile tranne che per il fatto che il sog­getto non ha mai avuto attacchi di panico conclamati ed ha invece paura di avere sintomi a tipo di panico che però non raggiungono la soglia di un at­tacco di panico (per es., svenire, perdere il controllo sfinterico).

L'Ansia Sociale, la Fobia Semplice e il Disturbo Os­sessivo-Compulsivo sono correlati, rispettivamente, alla paura dell'umiliazione sociale, alla paura di essere esposti ad oggetti o situazioni circoscritte (per es., al­tezze, sangue, ascensori, ragni), e alla paura dello scatenamento di rimugi­nazioni ossessive (per es., contaminarsi, fare male a qualcuno).

Nell'Ipocon­dria e nel Disturbo da Dismorfismo Corporeo, l'ansia è correlata alla preoc­cupazione di avere una malattia grave o un difetto corporeo.

Il Disturbo d'Ansia Generalizzato è una categoria residua per l'ansia e la preoccupa­zione croniche difficili da controllare. Diversamente dal Disturbo di Panico, l'ansia in questa condizione non ha una qualità ingravescente, a tipo di at­tacco, con un inizio e una fine brusche.

Esistono infine tre disturbi che descrivono l'ansia che si mani­festa in risposta ad un fattore stressante. Due di questi (Disturbo Acuto da Stress e Disturbo Post-traumatico da Stress) richiedono un fattore stressante con pericolo di vita o di gravi lesioni, mentre per il Disturbo dell'Adatta­mento il fattore stressante può essere meno grave.

Nessun commento: