13 dicembre 2007

Il culto e il gruppo

I culti sono gruppi carismatici che possono influenzare negativamente i partecipanti, portandoli in ultima analisi in contatto con il sistema di salute mentale. I culti sono caratterizzati da un sistema di credenze intensamente radicate e da un'ideologia imposte ai loro membri, da un elevato livello di coesione di gruppo che in pratica impedisce la libertà di scelta dei membri di lasciare il gruppo e da una profonda influenza sul comportamento dei membri, che può includere franchi sintomi psichiatrici, compresi disturbi psicotici.

La maggior parte dei potenziali membri di culti è costituita da giovani, adolescenti oppure da individui che stanno combattendo per stabilire la propria identità. Essi sono attirati verso il culto da false promesse di benessere emotivo e di guida che le persone in questione stanno cercando. I membri del culto sono incoraggiati a fare proselitismo e a portare nuovi membri nel gruppo. Sono spesso spinti a rompere i legami con i familiari e gli amici e a socializzare solo con altri membri del gruppo.

I culti sono invariabilmente guidati da personalità carismatiche, che sono spesso spregiudicate nella ricerca di guadagno finanziario, sessuale e di potere e nella loro insistenza sulla conformità al sistema di credenze ideologiche del culto, che può avere forti connotati religiosi, pseudo religiosi o anche pseudo scientifici.

La exit terapia è stata sviluppata per aiutare i membri di un culto a uscire dal gruppo, fornendo legami emozionali con persone esterne al culto.

Fonte: Kaplan & Sadock, Psichiatria, Centro Scientifico Internazionale

leggi il post sulle dinamiche dei gruppi e gruppi in assunti di base



Nessun commento: