6 novembre 2007

Personalità narcisistica

I soggetti con disturbo narcisistico di personalità sono caratterizzati da un elevato senso della propria importanza e da sentimenti di grandiosità che li fanno sentire unici. Le stime della prevalenza del disturbo narcisistico di personalità variano dal 2 al 16% della popo­lazione generale. Ci potrebbe essere un rischio maggiore della norma nei figli di genitori con il disturbo che trasmet­tono ai figli un senso irrealistico di onnipotenza, grandiosità, bellezza e talento. Il numero dei casi descritti è in costante aumento. (Leggi, nel sito, la pagina sui Disturbi di Personalità).


Clinicamente, i soggetti con disturbo narcisistico di personalità hanno un senso grandioso di autoimportanza, si considerano persone speciali e si aspettano un trattamento particolare. Hanno un notevole senso del proprio valore. Tollerano poco le criti­che e possono adirarsi con chiunque osi criticarli, oppure possono apparire completamente indifferenti alle critiche. Seguono la propria strada e spesso sono ambiziosi, deside­rosi di fama e fortuna. Hanno relazioni superficiali e posso­no far arrabiare gli altri perché essi rifiutano di obbedire alle regole convenzionali del comportamento. È comune una tendenza allo sfruttamento interpersonale. Non sono in grado di mostrare empatia e fingono simpatie solo per rag­giungere i loro fini egoistici. A causa della fragilità della loro autostima sono predisposti alla depressione. Le difficoltà in­terpersonali, il rifiuto, la perdita e i problemi lavorativi sono tra gli stress comunemente indotti dal comportamento dei soggetti narcisistici - stress che riescono poco a controllare.

La diagnosi differenziale va posta con i disturbi borderline, istrionico e antisociale di personalità che sono spesso presenti in associazione al disturbo narcisistico di personalità; ciò significa che la diagnosi differenziale è spesso difficile. I pazienti con disturbo narcisistico di personalità sono meno ansiosi di quelli con disturbo borderline di per­sonalità e la loro vita tende a essere meno caotica. È anche più probabile che i tentativi di suicidio siano associati ai sog­getti con disturbo borderline di personalità piuttosto che a quelli con disturbo narcisistico di personalità. Gli individui con disturbo antisociale di personalità hanno una storia di comportamento impulsivo, spesso associato ad abuso di alcool o di altre sostanze. I pazienti con disturbo istrionico di per­sonalità mostrano segni di esibizionismo e tendenza alla ma­nipolazione interpersonale simili a quelli dei soggetti con di­sturbo narcisistico di personalità.

Il disturbo narcisistico di personalità ha andamento cronico ed è difficile da trattare. Questi pazienti devono continuamente affrontare i colpi al loro narcisismo conseguenti al loro comportamento o alle esperienze della vita. La vec­chiaia è affrontata con difficoltà, poiché danno il massimo valore agli attributi della bellezza, della forza e della giovi­nezza, ai quali si aggrappano in modo inappropriato. Per­tanto possono essere più vulnerabili alle crisi della mezza età rispetto agli altri gruppi.

Psicoterapia: Il trattamento del disturbo narcisistico di personalità è difficile, poiché i pazienti devono rinunciare al loro narcisismo se vogliono fare progressi. Alcuni psichiatri, come Kernberg e Kohut, sostengono l'uso degli approcci psicoanalitici per ottenere cambiamenti; tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per validare la diagnosi e determinare quale sia il trattamento migliore.

Nota importante:

Le informazioni riportate in questo sito e le note cliniche riferite non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza l'esplicito parere del proprio medico di fiducia. Il presente sito non svolge infatti funzioni che possano essere considerate come sostitutive di qualsivoglia attività diagnostica nè terapeutica.

Nessun commento: