13 novembre 2007

Disturbi schizoide e schizotipico di personalita

DISTURBO SCHIZOIDE: Il disturbo schizoide di personalità viene diagnosticato nei soggetti che presentano un quadro di ritiro sociale che persiste per tutta la vita. Aspetti notevoli sono il disagio nelle rerazioni umane, l'introversione e l'affettività blanda e limitata. Gli individui con disturbo schizoide di personalità sono spesso considerati dagli altri come eccentrici, isolati o solitari.

All'esame psichiatrico iniziale, i pazienti con disturbo schizoide di personalità possono sembrare a disagio. Prima che il colloquio finisca l'intervistatore può intuire la loro ansia. L'affettività di tali soggetti può essere coartata, distaccata o inappropriatamente seria. Tuttavia al di sotto di tale riservatezza, il medico sensibile può riconoscere la paura. Il paziente trova difficile comportarsi in modo disinvolto; pur presentando un linguaggio diretto allo scopo, è probabile che il paziente fornisca risposte brevi alle domande ed eviti la conversazione spontanea. Occasionalmente, può usare una figura linguistica insolita, come una strana metafora e può essere affascinato da oggetti inanimati o da costrutti metafisici.

Caratteristiche cliniche
I soggetti con disturbo schizoide di personalità danno l'impressione di essere freddi e distaccati; mostrano un'estrema riservatezza e una mancanza di coinvolgimento negli eventi di ogni giorno e nelle preoccupazioni degli altri. Appaiono calmi, distanti, appartati e asociali. Possono condurre la loro vita con un bisogno o un desiderio sorprendentemente scarso di legami emozionali con gli altri. La storia della vita di queste persone riflette interessi solitari e successo in lavori non competitivi e isolati, difficilmente tollerati dagli altri. La loro vita sessuale può esistere esclusivamente a livello di fantasia e possono posporre indefinitamente la sessualità matura. Di solito, i soggetti con disturbo schizoide di personalità sono in grado di investire un'enorme energia affettiva in interessi non umani, come ad esempio la matematica e l'astronomia, e sono molto attaccati agli animali. Spesso sono del tutto assorbiti in manie dietiste e salutiste, movimenti filosofici e progetti di miglioramento sociale, soprattutto se non è richiesto un coinvolgimento personale.
Sebbene i soggetti con disturbo schizoide di personalità sembrino essere assorbiti in loro stessi e impegnati in un eccessivo sognare a occhi aperti, hanno una normale capacità di riconoscere la realtà. Spesso vengono considerati distaccati; tuttavia, talvolta, sono in grado di concepire, sviluppare e offrire al mondo idee davvero originali e creative.

Per quanto riguarda la diagnosi differenziale: al contrario dei pazienti con schizofrenia e disturbo schizotipo di personalità, quelli con disturbo schizoide di personalità non hanno di solito parenti schizofrenici. Gli schizofrenici, inoltre, si differenziano perché presentano disturbi del pensiero o pensiero delirante. Teoricamente, la principale distinzione tra i pazienti con disturbo schizotipo di personalità e quelli con disturbo schizoide di personalità è che i pazienti schizotipici sono più simili agli schizofrenici quanto riguarda le stranezze delle percezione, del pensiero, del comportamento e della comunicazione.

L'esordio del disturbo schizoide di personalità avviene di solito nella prima infanzia. Come tutti i disturbi di personalità, il disturbo schizoide di personalità persiste assai a lungo, ma non necessariamente per tutta la vita. La quota di pazienti che evolve in schizofrenia è ignota.

Psicoterapia: il trattamento dei pazienti con disturbo schizoide di personalità è simile a quello dei soggetti con disturbo paranoide di personalità. Tuttavia, le tendenza verso l'introspezione dei pazienti schizoidi è consistente ed in sintonia con le attese dello psicoterapista, cui gli schizoidi possono affezionarsi, pur rimanendo distanti. Con lo svilupparsi della fiducia, i soggetti schizoidi possono, con grande trepidazione, rivelare una grande quantità di fantasie, amici immaginari e intollerabili paure di dipendenza - persino di fusione con il terapista.
Nella terapia di gruppo, i pazienti con disturbo schizoide di personalità possono rimanere a lungo in silenzio, ma si lasciano coinvolgere. I pazienti dovrebbero essere protetti dagli attacchi aggressivi dei membri del gruppo, che criticano la loro inclinazione al silenzio. Col tempo i membri del gruppo diventano importanti per gli individui schizoidi e possono rappresentare il solo contatto sociale in un'esistenza altrimenti isolata.

DISTURBO SCHIZOTIPICO : I soggetti con disturbo schizotipico di personalità sono estremamente eccentrici o strani, anche agli occhi di chi non è medico. Il pensiero magico, le idee peculiari, le idee di riferimento, le illusioni e la derealizzazione fanno parte del mondo quotidiano del soggetto schizotipico.
Questo disturbo colpisce il 3% circa della popolazione. Vi è una maggior associazione di casi fra i parenti biologici di pazienti schizofrenici che fra i controlli. Il disturbo schizotipico di personalità viene diagnosticato sulla base di peculiarità di pensiero, comportamento e aspetto del paziente. La raccolta dell'anamnesi può essere difficile a causa dell'insolito modo di comunicare del soggetto.

Caratteristiche cliniche
Nei pazienti con disturbo schizotipico di personalità, il pensiero e la comunicazione sono disturbati. Benché siano assenti franchi disturbi del pensiero, il loro linguaggio può essere caratteristico o peculiare, avere significato solo per loro e spesso richiede un'interpretazione. Come i pazienti con schizofrenia, i soggetti con disturbo schizotipico di personalità possono non conoscere i propri sentimenti; tuttavia, sono estremamente sensibili nell'individuare i sentimenti degli altri, soprattutto quelli negativi, come la rabbia. Possono essere superstiziosi o pretendere di essere chiaroveggenti e possono credere di avere particolari poteri di pensiero e intuizione. Il loro mondo interiore può essere pieno di vivide relazioni immaginarie e di paure e fantasie infantili. Possono ammettere di avere illusioni percettive o macropsia o che le altre persone appaiono loro come se fossero fatte di legno.
Poiché hanno relazioni interpersonali superficiali e possono agire in modo inappropriato, tendono a essere isolati e ad avere pochi amici, o nessuno. Possono presentare alcune caratteristiche del disturbo borderline di personalità e, in questo caso, si possono fare entrambe le diagnosi. In condizioni di stress, i pazienti con disturbo schizotipico di personalità possono scompensarsi e manifestare sintomi psicotici che, tuttavia, di solito sono di breve durata. Nei casi gravi possono essere presenti anedonia e grave depressione.

In linea teorica, i soggetti con disturbo schizotipico di personalità possono essere differenziati da quelli con disturbo schizoide o evitante di personalità per la presenza di stranezze del comportamento, del pensiero, della percezione e della comunicazione e forse per una chiara storia familiare di schizofrenia. Gli affetti da disturbo schizotipico di personalità possono essere distinti da quelli schizofrenici per l'assenza di psicosi. Se si manifestano sintomi psicotici, sono brevi e frammentari. Alcuni corrispondono ai criteri sia per il disturbo schizotipico di personalità sia per il disturbo borderline di personalità.

Studi retrospettivi hanno dimostrato che molti pazienti diagnosticati come schizofrenici hanno in realtà un disturbo schizotipico di personalità; attualmente si ritiene che quella schizotipica sia la personalità premorbosa del soggetto schizofrenico.

Il trattamento di elezione per il disturbo è la psicoterapia. I principi del trattamento del disturbo schizotipico di personalità non dovrebbero essere diversi da quelli del disturbo schizoide di personalità, ma i medici devono trattare con sensibilità questi soggetti.

Nessun commento: