26 giugno 2007

Luci ed ombre


"...Ma quando mi sono svegliato, ho incontrato l’assillo delle ombre.
Tutto quello che avevo misurato in sogno, nella realtà aveva un’ombra e ho scoperto che le ombre si allungano e accorciano in relazione alla luce.
Lo sconforto era grande..."

2 commenti:

Anonymous ha detto...

Io a volte le ombre me le porto dentro e la mia luce è così fioca che le immagini non riescono nemmeno ad avere un'ombra.
Anna

Anonymous ha detto...

L'isola è tutta verde. Nel suo dolce degradare scivola sul mare, blu intenso, che viene e va...va e viene. Col suo sciabordio culla, ma non porta via, la mia malinconia, fissa, come le rocce, in questo inquieto presente. Ma il mio amore mi spia, dalla finestra virtuale della sua specola, e mi vede e mi sente anche dove non sono. Mi dice che in parte mi ama e in parte non sa; come il mare che va, ricordi non ha che non tornino a riva.
Io spero che lì, il mio amore possa RICONOSCERMI.

Per G. con amore