26 maggio 2007

Il No e l'allontanamento dall'oggetto senza sparizione

1 commento:

Anonymous ha detto...

Il mio rifiuto come sparizione dell'oggetto fisico e creazione dell'immagine interiore:
"la moto è senza conducente, ma poi questi fuoriesce come dal canale del parto". Ho cercato una diversa identità per permettere quella nascita, ma forse rischio una bambino rifiutato per cui devo riappropiarmi di tutti quei bagagli che impediscono alla moto di partire.
Mi sento in un vicolo cieco o meglio sono cieca dentro ad un vicolo!
Anna