27 maggio 2007

Availability Request


L'idea è quella di riuscire a far si che non vi sia violenza nelle risposte; la consapevolezza è quella dell'esistenza della violenza nelle domande.

Il 'no' è la risposta alla domanda violenta.

1 commento:

anna ha detto...

Penso nell'altro la possibilità di un rifiuto in cui mi sento annullata... e la paura della frustrazione mi fa attribuire all'altro questo rifiuto.
Allora mi creo una nuova identità che mi rende libera da questa paura, riesco a laggere quel libro che circa 15 anni fa avevo gettato via e scopro un "altro"... ma non si possono far nascere bambini malati.
Anna nome che mi ricorda Anna.O, per questo l'ho scelto.
Ad Anna non è stato detto "No"perché non ha fatto domande violente...devo capire...
Siria