21 marzo 2007

Maja desnuda e Venere allo specchio


Nel '700 in Spagna il nudo è rigorosamente proibito: esistono solo due immagini.
Una è la splendida "Venere allo specchio" di Velazquez: chi guarda ha l'impressione di entrare, non visto, nella stanza dove giace una bellezza italiana (l'amante di Velazquez quando soggiornò a Roma) e di sorprenderla di spalle. Ma poichè la donna si sta ammirando allo specchio, il suo sguardo incrocia quello di chi guarda.



Il secondo capolavoro erotico è la "Maja desnuda" di Goya, commissionato all'artista spagnolo da Manuel Godoy, il favorito della regina che non disdegnava i favori di altre bellezze e conservava il quadro nella sua stanza privata.

Nessun commento: