22 marzo 2007

Francois Boucher, l'odalisca


Nel secolo galante, il Settecento, sono soprattutto i francesi a dettare l'iconografia dell'erotismo. Francois Boucher diventa il pittore del Re di Francia anche per quella sua speciale abilità nel dipingere morbidi fondoschiena femminili: i suoi quadri, che siano "trionfi di Venere" o "riposi di Diana", sono in realtà pretesti per ritrarre floride cortigiane e amanti del re.

Nessun commento: