22 febbraio 2007

Il blog e la memoria

Mi veniva da riflettere su una cosa.
E cioè che, man mano che aggiungo post a questo blog, quelli più vecchi spariscono, e vanno a finire nell'archivio.

Come diceva una vecchia amica, tutto passa.

Però non so se è proprio vero.
Anzi, a dire il vero sono convinto che non lo sia.

Sono contento che alcune cose finiscano in archivio, spariscono, lasciano posto a quanto di nuovo ci può essere.
Se sono belle, ho la possibilità di ripescarle, se e quando ne ho voglia, o anche perchè - semplicemente - mi tornano alla memoria, precisamente come accade per i ricordi.
Se, viceversa, sono brutte, è bene che restino li, dimenticate e non ingombranti.

Quindi.
Non tutto passa, passa solo quello che si desidera che passi, aggiungerei: quanto di non abbastanza vero può esserci stato, o quanto di non abbastanza bello.

Magari è vero che l'amore è eterno.
Se si vuole.

Cose che restano, cose che passano.
Meno male.
Ricordo tutto.
Dimentico tutto.

Cinico, direi ancora di più: se, ad un certo punto, si realizza che qualcosa è passato, per sempre, magari sta a voler dire che è non è mai stato vero.

Le cose vere vanno coltivate.
Confermate.
Ripescate, nelle memorie o negli archivi.
Riproposte.
Si fanno, di nuovo, appartenere alla propria vita.

Nulla passa.
Tutto passa.

Non ho immagini da aggiungere, o non voglio, per ora, che passino quelle che ci sono già.
L'ultimo (il più vecchio) post sta per sparire. Amen.

3 commenti:

Anonymous ha detto...

Che fare?
Lasciar correre e aspettare che le cose si risolvano da se o che qualcuno le risolva perchè in fondo non spetta mica a me,
oppure prendere l'iniziativa e farmi coinvolgere cercando di fare del bene col pericolo però di rimanere invischiato e che la cosa mi si rivolga contro?
E poi sarà vero bene?
Ma dei punti fermi ci vogliono; si deve sapere che alcune cose non si devono e non si possono fare, che non tutto si può accettare, che quando la corda è troppo tirata, alla fine, si spezza.
luca

Anonymous ha detto...

ciao Luca,
prova a sotituire tutti i "?" del tuo post con questi "!"
Anzichè essere delle corde potremmo diventare degli elastici.
Chi ci spezzerà!
L'amore è eterno perchè voglio che sia così. Tutto passa, i volti, gli sguardi, le carezze, rimane l'amore dentro di te che non ti fa domande, non ti dà risposte perchè non ha bisogno di chiedere, non ha bisogno di sapere

Anonymous ha detto...

Vero! Penso anche io che quando provi un sentimento vero, intenso, bellissimo per qualcuno non occorre farsi nessun tipo di domanda (perche' è capitato, che cosa ho trovato in questa persona? sara' vero? perche' proprio con lui/lei? ecc. ecc. )non troverai nessuna risposta. Solo la gioia di essere capace di provare tutto questo. Anzi quando qualcuno cerca di dare spiegazioni razionali mi procura sempre un certo fastidio.