20 febbraio 2007

Fratture dell'esistere



Così come di una frattura (la nascita) si riesce a ricostruire interiormente il ricordo, la presenza di una frattura dell'esistere si può, improvvisamente, avvertire:

chi non ha odore ne può altrettanto improvvisamente, nell'altro, intuire la presenza, raggiungendo così la consapevolezza del proprio vuoto interiore.

Ecco allora due diverse possibilità umane:

la speranza, e il fluire del tempo;

l'invidia, ed il ripetersi di una frattura che annulla la nascita e, con essa, la possibilità.

5 luglio 1993

Nessun commento: